Giardino 29/05/2019

Come avere un tappeto erboso bello e sano? Ecco i nostri consigli

Il prato ha molteplici funzioni:

  • protegge la superfice del suolo mantenendo fertile il terreno;
  • è un ottimo spazio di gioco e di relax per tutta la famiglia;
  • impreziosisce il giardino con il suo aspetto ben curato.

Per avere un prato bello e sano ci sono alcuni importanti accorgimenti da adottare.

Innanzitutto occorre ricordare che il regime di crescita è in stretta relazione con l’andamento delle stagioni: durante la stagione invernale si ha un rallentamento delle funzioni vegetative (un vero e proprio blocco al settentrione, ma anche sulle montagne e colline del sud). Dalla primavera all’autunno invece il prato cresce in maniera continuativa, necessitando dunque di approvvigionamento idrico e fattori nutritivi.

Un nutrimento adeguato è alla base di un manto erboso perfetto.

Eden 7 è il fertilizzante organo minerale ideale per la concimazione primaverile del tappeto erboso, in quanto ne favorisce la ripresa vegetativa, e per la concimazione autunnale, poiché riattiva le peculiarità del prato dopo gli stress estivi. È infatti da utilizzare a partire dal primo taglio primaverile fino a giugno, e poi da settembre ad ottobre. Una applicazione dura fino a 60 giorni.

Eden 8 è invece ideale per la concimazione estiva e tardo autunnale. La sua formulazione consente al prato di superare gli stress idrici e termici nelle migliori condizioni e di ripartire in maniera ottimale quando il periodo sfavorevole termina. Grazie alla presenza di azoto a lenta cessione, ogni applicazione dura fino a 3 mesi.

Eden 7 ed Eden 8 sono consigliati anche su terreni di riporto e con scarsa attività biologica poiché contribuiscono a ripristinarla ed a migliorarla, donando struttura al terreno senza impoverirlo ulteriormente.

Nelle zone più umide ed ombreggiate potete inoltre somministrare al vostro prato anche Eden Rinverdente, concime speciale per tappeti erbosi ad azione nutritiva e di prevenzione delle carenze di ferro. Favorendo una rapida copertura del terreno si evita lo sviluppo delle infestanti e fenomeni di asfissia radicale con conseguente ingiallimento delle piante. 

Prima di distribuire i prodotti è consigliabile effettuare un taglio del prato. Infatti anche un regime adeguato di tosatura ed irrigazione, oltre al corretto nutrimento, contribuisce a rendere splendido il manto erboso. Ricordatevi che deve sempre essere almeno 4-5 cm, poiché in questo modo il prato non si indebolirà e si eviteranno bruciature al colletto o una rapida disidratazione del suolo.

Dopo l’operazione di concimazione è utile irrigare per migliorare l’uniformità di distribuzione, la prontezza di azione e l’efficacia del prodotto. Il regime di irrigazione deve essere inoltre correlato all’andamento climatico: in primavera si può iniziare con 1-2 irrigazioni settimanali, abbastanza generose, da effettuare soltanto di mattina presto. Con temperature molto alte sia di giorno che di notte è bene però diminuire la frequenza delle irrigazioni facendo entrare il prato in parziale riposo e rallentando la crescita dell’erba.

In generale, è meglio irrigare con meno frequenza ma in maniera più abbondante, agevolando così lo sviluppo in profondità delle radici.

Geogreen ti consiglia

Eden Rinverdente

Scopri il prodotto
  • Prato più verde e fitto
  • Rapida colorazione del manto erboso
  • Utilizzabile anche in presenza di muschio